Henri Olama

Operatore culturale, Artista visivo e Musicista


Henri Olama

Operatore culturale, Artista visivo e Musicista


 

Ciao! Mi chiamo Henri Olama

svolgo attività creative, artistiche e musicali con le scuole e con le associazioni. Per contattarmi chiamare il numero 3385916894

Ottobre 23, 2018 Attualità no responses

Il convegno VOCI DI UN NOI CULTURALE

Il convegno VOCI DI UN NOI CULTURALE

Cari amici e cittadini del mondo, ho il piacere di invitarvi al Convegno “VOCI DI UN NOI CULTURALE” organizzato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nell’ambito del Sinodo “Chiesa delle genti”. Come già molti di voi sanno, promuovo da sempre il dialogo interculturale mettendo al centro le risorse tradizionali e quelle apprese nel mio percorso di integrazione in Italia.

Proprio per questo motivo la mia testimonianza sarà incentrata su un video con le varie feste dei popoli presso alcune parrocchie come Vaprio d’Adda e Canonica d’Adda oppure altre esperienze come la festa interculturale di Cassano d’Adda organizzata da sempre dal Circolo Acli di Cassano d’Adda, alcune comunità straniere e il Gruppo Erranza Asd, la società sportiva di cui sono fondatore e presidente.

Ringrazio la prof.ssa Marisa Musaio per avermi coinvolto in quest’importante iniziativa e vi aspetto numerosi!

Agosto 19, 2018 Attualità , Intercultura e Scuola no responses # , , , ,

Ma chi era Angelo Soliman, il nero della Casa Mozart di Vienna?

Ma chi era Angelo Soliman, il nero della Casa Mozart di Vienna?

Visitando il bellissimo museo La Casa di Mozart a Vienna, vi ritroverete di fronte al ritratto di un nero.

Ma chi è quel nero che frequentava l’alta società viennese ai tempi di Mozart?

Si tratta di Angelo Soliman (1721-1796), prima schiavo e poi membro dell’alta società e poi primo massone nero (primato che contende con John Pine (1690-1756).  Dopo una vita travagliata, giunto alla morte Angelo Soliman fù spellato e impagliato da morto su ordine di Francesco II (1768-1835). Del cadavere fu fatto un modello di gesso ricoperto dalla sua pelle e la miserevole opera dello sculture Franz Thaller  risultato della tassidermia, fu messo in mostra, in posizione eretta col piede destro arretrato e il braccio sinistro teso in avanti, praticamente nudo, con un gonnellino di penne rosse, blu e bianche sui lombi e con un copricapo di piume dagli stessi colori, le braccia e le gambe adorne con fili di perline di vetro e al collo una collana di conchiglie, circondato da animali e uccelli esotici della foresta vergine, in una sorta di diorama africano.

Io non conoscevo questo personaggio e sono rimasto lì a guardare il suo ritratto per una ventina di minuti. Tornato poi a casa ho letto qualsiasi informazione disponibile sulla sua storia. Vi invito a fare altrettanto

Fonte: freimaurerei.ch

Agosto 2, 2018 Attualità no responses # , , ,

I corsi sportivi del Gruppo Erranza Asd 2018–2019

I corsi sportivi del Gruppo Erranza Asd 2018–2019

 L’Associazione organizza i suoi corsi sportivi e di danza annuali per bambini, ragazzi e adulti a Canonica d’Adda (in via Lodi 58 e in via Fara 2), Verdellino (Zingonia presso la palestrina della Scuola primaria), Verdello (presso la Scuola dell’Infanzia Paritaria), Castel Rozzone (Scuola dell’Infanzia Paritaria San Giuseppe)e Arcene (Palestrina del Centro Diurno), e svolge numerosi laboratori nelle scuole di ogni ordine grado. I corsi 2018–2019 iniziano il 10 settembre 2018. Durante la prima settimana l’accesso ai corsi è gratuita. Si ricorda che per frequentare i corsi del Gruppo Erranza Asd occorre essere soci.

Per info: info@erranza.it

facebook.com/gruppoerranza

Tel 3385916894

Maggio 25, 2018 Musica e Arti visive no responses # , , , ,

Divertirsi con la musica e le arti visive alla Scuola dell’Infanzia

Divertirsi con la musica e le arti visive alla Scuola dell’Infanzia

Cari amici e amiche, una condivisione molto speciale. Dipingendo con la tempera e ritagliando semplici rotoli di carta, siamo riusciti io, i bambini della Scuola dell’Infanzia Statale di Groppello (Cassando d’Adda) e le loro maestre a realizzare quest’enorme quadro che è poi stato utilizzato come scenografia del saggio finale che si è svolto oggi! Ora provate ad immaginare i bambini vestiti come gli animali della savana (costumi realizzati dai genitori) che ballano davanti a questa scena! Aspetto i vostri commenti.

Marzo 31, 2018 Attualità no responses # , , , , ,

Oggi Gaza, ieri (1976) Soweto (Sudafrica)

Oggi Gaza, ieri (1976) Soweto (Sudafrica)

Un piccolo ragionamento sulla situazione a Gaza…Desmond Tutu e Nelson Mandella, due figure emblematiche che hanno dimostrato che la convivenza è possibile solo se ci si siede attorno ad un tavolo. In questi casi, a fare il passo più importante e più coraggioso deve essere il più forte.

Quando Mandella impose la riconciliazione ai sudafricani e al mondo, era presidente della repubblica e avrebbe potuto utilizzare altre opzioni .

Sempre rimanendo in Sudafrica, ciò che sta succedendo a #Gaza fa venire in mente la famosa strage di Soweto in Sudafrica nel 1976 quando l’esercito sparò persone disarmate facendo numerose vittime…

Marzo 24, 2018 Attualità no responses # , , , ,

Viviamo in una società violenta?

Viviamo in una società violenta?
Sono in auto con mia figlia e stiamo tornando da Treviglio dopo un pomeriggio di gare di atletica leggera. Ad un certo punto ci troviamo davanti, una moto Harley Davidson guidata da un tipo barbuto, nel posto dietro c’è una donna.
La moto va a quasi 20 all’ora in mezzo alla carreggiata e la coppia dà la sensazione di cercare un indirizzo. A questo punto, dopo aver aspettato e aver percorso 500/600 metri, sorpasso a sinistra appena la moto si sposta a destra guardando l’ennesima villa. Compio il sorpassato dopo aver valutato lo spazio libero e la buona visibilità.
Mentre completo il sorpasso sento l’urla della donna e a questo punto il tipo barbuto si mette ad inseguirmi. Per evitare scene da film poliziesco mi fermo, abbasso il finestrino, anche per sentire cosa vuole. A questo punto e in presenza di mia figlia parte una pioggia di insulti e di offese che preferisco non riferire. Ma mi colpisce la battuta più urlata dai due cafoni:
– Impara a guidare pirla!
Due individui che guidano una moto rumorosa e che urlano più della loro moto stanno dicendo ad una persona che non ha ma preso una multa da quando guida, di imparare a guidare. Lo facessero loro, magari dopo aver imparato a non offendere pesantemente e gratuitamente un genitore davanti alla propria figlia.
Sono rimasto zitto durante tutta la sceneggiata, anche perché ogni volta che provavo a dire qualcosa mi sommergevano ancora di insulti. Finita la sceneggiata, lo stesso tipo che pretendeva che andassi a rifare la patente ha regalato a me e a mia figlia una bella inversione a U ed è tornato a cercare l’indirizzo procedendo a 20 all’ora in mezzo alla carreggiata.
Quanto siamo diventati maleducati e violenti!
Marzo 2, 2018 Musica e Arti visive

You’re My Best Friend di Don Williams in diretta dall’Africa

Cosa può succedere se un bianco, molto bianco come il mitologico Don Williams (27 maggio 1939 Floydada, Texas, Stati Uniti – 8 settembre 2017 Mobile, Alabama, Stati Uniti) decide di recarsi in Africa e nello specifico in Zimbabwe terra popolata da neri e da bianchi ex segregazionisti?
Viene accolto bene non solo dai bianchi, ma anche dai neri. Anzi un musicista cieco di strada gli fa un omaggio di quelli che non si dimenticano.
Può sembrare strano ma la musica country è sempre stata molto ascoltata in Africa. Infatti il suo brano “You’re My Best Friend” interpretato magistralmente di questo musicista cieco mi ricorda la mia infanzia in Camerun. Buon ascolto!

0 likes no responses
Febbraio 23, 2018 Attualità no responses # , , ,

In giro troppi nostalgici della segregazione che sognano l’Alabama (ex culla del razzismo)

In giro troppi nostalgici della segregazione che sognano l’Alabama (ex culla del razzismo)

Mi trovo in una piccola città nella profonda provincia lombarda e sto chiacchierando in un bar con il signor A. una persona deliziosa, dai modi gentili che accompagna da anni i migranti nei loro percorsi d’integrazione. Il barista che già mi conosce ci porta il tè caldo e iniziamo la nostra riunione.

Il primo punto da affrontare con il signor A. risulta anche il più ostico. Stiamo pensando ad un progetto promosso dagli immigrati ma aperto a tutta la cittadinanza ma non riusciamo a metterci d’accordo su come chiamare gli stranieri…(Stranieri? Immigrati? Cittadini del mondo? Extracomunitari? Forestieri?). Devo dire che pur essendo straniero, questa ricerca della parola più corretta per qualificarmi è un po’ assurda. Non ho mai fatto caso a queste cose…

Non lontano dal nostro tavolo c’è un gruppo di anziani che mi fissano con sguardo e atteggiamenti circospetti. Il signor A. si accorge dei loro modi e riesce anche a cogliere le loro battute:

Questo qua è sempre in giro con i negri!

Infastidito ma con garbo, l’amico mi invita ad andare a parlare con i 4 pensionati incattiviti.

A.: Buongiorno, vi presento Henri

Un pensionato con testa abbassata: non guardo e non saluto quella gente. E poi aggiunge: avrei voluto votare per Salvini, Casapound o Fratelli d’Italia , ma il Movimento cinque stelle mi da più garanzie nei confronti di questa gentaglia.

Provo a salutare gli altri 3, solo 2 accettano il mio gesto, mentre il terzo mi nega il saluto fissandomi negli occhi e ridendomi in faccia.

Giudicate voi…

Gennaio 28, 2018 Attualità , Musica e Arti visive no responses

Inaugurazione della mostra Aktion T4 a Vaprio d’Adda

Inaugurazione della mostra Aktion T4 a Vaprio d’Adda

Un mio Video sull’inaugurazione della mostra sulla ricostruzione storica del piano nazista per lo sterminio dei disabili Aktion T4 a Vaprio d’Adda (Piazza della Chiesa 8). Evento organizzato da Punto d’Incontro Cooperativa Sociale Onlus, Anffas Onlus Martesana, con i Patrocini di: Regione Lombardia, Città metropolitana, comune di Vaprio d’Adda, comune di Pozzo d’Adda e la collaborazione di: ANPI, Alpini, Proloco (di Vaprio d’Adda), Coop soc. La grande casa, La mostra resterà aperta fino al 25 febbraio.

Gennaio 24, 2018 Attualità no responses # , , , ,

Addio Hugh Masekela

Addio Hugh Masekela

E’ morto ieri il grandissimo trombettista Jazz sudafricano Hugh Masekela. Famosissime alcune sue canzone contro l’apartheid come ad esempio “Soweto Blues”, interpretata dalla celebre Miriam Makeba che fu anche sua moglie, oppure “Stimela” che canta in questo video accompagnato da Marcus Miller al basso e dal batterista franco ivoriano Manu Katche. Oltre ad essere uno dei più grandi trombettisti al mondo, Hugh Masekela aveva disponeva anche di una vocalità unica. R.I.P.